2012 (Record Union)

Inti Rowland - Eyes of A Starling Io ho un temperamento malinconico (e credo si capisca dalla musica che ascolto...), ma, quando leggo tra i generi di un disco la voce sadcore, in genere skippo, perché, per quanto mi riguarda, la malinconia dev'essere un risultato incidentale e non intenzionale. Stavo per fare la stessa cosa con con questo mini-album del giovanissimo cantautore londinese, ma poi ho preferito ascoltarlo attentamente e penso di aver fatto bene. L'incedere volutamente strappalacrime dei motivi e, soprattutto, del cantato, se può infastidire lievemente a primo acchito, si fa subito perdonare per l'intensa carica emotiva e acquista nuovo vigore espressivo nel momento in cui interviene la voce femminile. Alla fine, è un lavoro decisamente sentito ed ha un solo difetto, a mio vedere: un album che induce una così forte suggestione non può esaurirsi dopo soli 22 minuti...

Bandcamp

Per me, 7.5/10