Per prima cosa, un Buon 2013 a tutti!
Eccoci col tradizionale appuntamento con la classifica di fine anno. Come ho detto già tante vilte, questo blog non ha alcuna pretesa di segnalare i mugliori, ma semplicemente quelli che incontrano il particolare gusto di chi scrive, gusto che non è detto debba essere condiviso da altri...
BowerbirdsPer la prima posizione ho voluto privilegiare i miei amati Bowerbirds, che, secondo me, hanno realizzato un album convincente e appassionato, avendo avuto anche il coraggio di distaccarsi un po' dai propri canoni. Poi ho inserito la sorprendente Lindsay Fuller, il cui album ha scalato vertiginosamente il mio gradimento. A seguire altri album segnalati su questo blog, compresa qualche recente conoscenza (Sligter, Holley, Bryant). Tra i più noti, i mitici Dead Can Dance e Matt Elliott.

Ma ecco la classifica (per ogni voce c'è il link all'articoletto):

  1. Bowerbirds - The Clearing
  2. Lindsay Fuller - You, Anniversary
  3. Jessica Sligter - Fear and the Framing
  4. Matt Elliott - The Broken Man
  5. Jay William Henderson - The Sun Will Burn Our Eyes
  6. Lonnie Holley - Just Before Music
  7. Dead Can Dance - Anastasis
  8. Jess Bryant - Silvern
  9. Jeff Zentner - A Season Lost
  10. Joe McKee - Burning Boy
  11. Hundred Waters - Hundred Waters
  12. Yair Yona - World Behind Curtains
  13. We Are Ghosts - Old Town Hall
  14. Julia Holter - Ekstasis
  15. Mediaeval Baebes - The Huntress
  16. Emily Portman - Hatchling
  17. Dark Dark Dark - Who Needs Who
  18. Annabelle Chvostek - Rise
  19. Oddfellow's Casino - The Raven's Empire
  20. Susanne Sundfør - The Silicone Veil
  21. Lauren Mann And The Fairly Odd Folk - Over Land And Sea
  22. Alec K. Redfearn & The Eyesores - Sister Death
  23. Mimes of Wine - Memories Of The Unseen
  24. The Corduroy Road - Two Step Silhouette
  25. Joan Shelley - Ginko
  26. mmpsuf - Retina
  27. Memory Drawings - Music for Another Loss
  28. First Aid Kit - The Lion's Roar
  29. Jodymoon - The Life You Never Planned On
  30. Almost Charlie - Tomorrow’s Yesterday