2012 (Factory)

The Durutti Column - Short Stories for Pauline Ed ecco un altro tuffo nei mitici anni '80! Chi conosce, pur sommariamente, la storia di Vini Reilly, avrà certamente sentito parlare di un misterioso quarto album "perduto", Short Stories for Pauline. In effetti, l'abum, composto da materiale inciso nel 1983, non è stato mai pubblicato (finora), ma i brani non si sono perduti e, in maggioranza, sono stati spalmati su alcune compilation. Adesso, finalmente, la pubblicazione vede la luce in un'edizione limitata in vinile di mille copie (con incluso download delle versioni digitali). I 14 brani[1], molti dei quali strumentali, riportano a quella atmosfera delicata e sognante a cui Reilly ci aveva abituati, nella sua peculiare forma di rock, che, secondo me, si potrebbe consideare come antesignana del post-rock. Sono suoni che non sentono affatto il peso dell'età e che potrebbero benissimo essere scambiati per produzioni contemporanee, tanto sono fini, sobri e privi di rigide connotazioni temporali. L'album in sé esprime un corpo unico e sarebbe stato un peccato conoscerlo smembrato. Si tratta certamente di una graditissima iniziativa.

L'articolata recensione di angstinmypants

Per me, almeno 8.0/10

Note

[1] Ma pare sia in giro anche una versione doppia con ulteriori 11 brani...