2012 (Second Language)

Memory Drawings – Music for Another Loss I Memory Drawings (niente a che vedere con l'omonimo album dei Drifts...) sono un supergruppo trasversale, composto principalmente dal dulcimer player (come altro si può definire uno che suona il dulcimer?) Joel Hanson, dal chitarrista e polistrumentista Richard Adams (Hood, Declining Winter...) e dalla violinista Sarah Kemp (Lanterns on the Lake, Brave Timbers...). In aggiunta, in questo doppio CD, troviamo come ospiti graditissimi Rachel Grimes, Gareth S. Brown e Yvonne Bruner. Visto che fino adesso ho praticamente tradotto quanto dichiarato sul sito ufficiale, continuo, riportando alcune affermazioni molto significative: "...l'album rappresenta benissimo una linea di demarcazione tra una struggente malinconia ed una quiete ristoratrice, in cui un minimalismo classico si fonda sapientemente con un folk accorato..." (non è una traduzione letterale, beninteso...). Il progetto, oltre ad essere dichiaratamente drum-less, nasce come preminentemente strumentale (ed infatti il CD vero e proprio, ovvero il primo, è prettamente strumentale e rispecchia più precisamente la definizione di cui sopra), ma, forte della presenza della vocalist Yvonne Bruner, nel secondo CD (che di fatto sarebbe una riproposizione in chiave diversa dei brani del primo), si passa ad un genere molto diverso, tant'è che si fa un po' di fatica a riconoscere le corrispondenze dei brani, accostando molto da vicino certo dream-pop (e a questo concorre la voce della cantante, che ricorda abbastanza quella di una certa Elizabeth Frazer...). A primo acchito, debbo confessare che preferisco il secondo CD, ma sono sicuro che si tratta di una questione di tempo, perché il primo ha bisogno di un rodaggio maggiore. Fatto sta che, anche in questo caso, siamo al cospetto, di un'opera notevole, che, nella foga degli ascolti compulsivi a cui ci stiamo purtroppo abituando, corre il rischio di essere sottovalutata.

Per me, 8.5/10