2011 (For Arbors / For Satellites)

Cabinet of Natural Curiosities - Blue Highway Per fare onore al nome del gruppo, è stato appunto quello che mi ha subito incuriosito: Cabinet of Natural Curiosities è anche il titolo di un volume abbastanza famoso dello scorso anno, ma a me ricorda soprattutto un album del prolifico menestrello della new psychedelia e scrittore Paul Roland (A Cabinet of Curiosities del 1987). Niente psichedelia qui, ma piuttosto un delicato (dream) pop/folk a tinte soffuse, con melodie timide e insinuanti e una vocalist dalla voce setosa che ben si integra nelle sue atmosfere assonnate. L'album (di fatto un mini album, visto che sono scarsi 25 minuti) è stato registrato con strumentazioni casalinghe e poi riportato in edizione limitata su vinile: la cosa si avverte abbastanza, a causa di un fruscio di fondo che fa molto effetto tape. Le canzoni ci sono, però, eccome. E' un gruppo che merita assolutamente una produzione migliore. Alla prossima.

Bandcamp

Per me, 7.5/10