2011 (CDBY)

Heather Maloney – Time & Pocket Change Ascoltando per la prima volta questa deliziosa cantautrice (che, se non vado errato, dovrebbe essere di Northampton Massachusetts...), mi è subito venuto da pensare a Dolores O'Riordan ed ai suoi Cranberries; questo non tanto perché il cognome Maloney è probabilmente di origini irlandesi e nemmeno perché si possa identificare una qualsivoglia derivazione, ma quanto piuttosto per la dote di saper sfruttare lo strumento vocale in un modo abbastanza simile, toccando delle corde che, al mio orecchio inesperto, paiono paragonabili; e tutto questo mantenendo una certa distanza tonale e stilistica dal gruppo di Limerick... Questo secondo album di Heather Maloney, garbatissimo mix di folk e pop, è un altro di quelli che mi rammarico un po' di essermi fatto sfuggire l'anno scorso; in ogni caso, non è mai troppo tardi per apprezzare della buona musica. Sono 12 belle canzoni, ognuna diversa dall'altra, che sembrano però seguire lo stesso filo conduttore; una musica immediata, ma tecnicamente molto curata e ricca di sfaccettature, che fanno sì che ad ogni nuovo ascolto se ne ricavino sensazioni diverse e nuove.

Bandcamp

Per me, 8.0/10