2011 (Yojik ConCon)

πEnsemble - Padurea de Aur Torno a condividere le mie impressioni, dopo una pausa dovuta a vari motivi personali. Avrei una piccola serie di album recentemente usciti di cui parlare, ma voglio ricominciare con un EP dell'anno scorso, il capitolo conclusivo della trilogia delle foreste (Foresta d'Argento, Foresta di Bronzo e questo, Foresta d'Oro) di Petre Inspirescu, l'ispirato (nomen omen) compositore rumeno che rivisita la musica classica, rispettando quasi ossequiosamente la tradizione del passato, ma non disdegnando qualche accenno di space e industrial music. Il risultato è etereo: ascoltandolo, è quasi naturale smettere tutto ciò che si stava facendo e fermarsi ad assorbire le onde di rapimento che emanano da queste note sublimi... Solo quattro brani, ma che sfiorano veramente la perfezione.

Per me, almeno 8.0/10