2011 (Beach Hut)

Shona Foster - The Moon and YouEcco un altro caso per me incomprensibile: questo album è stato quasi completamente ignorato sulla scena italiana (ad una ricerca affrettata, ho trovato solo un topic sul forum di NoiseCity), mentre potrebbe invece costituire una delle uscite più interessanti dell'anno. Shona Foster, donna bellissima, di un fascino particolarmente sensuale ed intrigante, è un'artista che, pur muovendosi nel panorama indipendente, brilla per la grande professionalità che ha prodigato nel produrre il suo album di debutto (in effetti, oltre a cantare con una voce notevole e a suonare piano e chitarra, è anche co-produttrice). Ha la grande dote drammatica di emozionare senza essere patetica: le sue canzoni, ritagliate in un pop quasi barocco, ma non ridondante, sono letteralmente interpretrate. Coerentemente, le sue performance live sono state nominate fra le migliori... Un paragone che mi sento di fare, soprattutto per l'atteggiamento, è quello con My Brightest Diamond. L'album è ricco e generoso: ogni brano ha una storia a sé e non ci sono episodi stanchi. Una perla semi-nascosta da custodire gelosamente.

Streaming dell'album

Per me, 8.5/10