Pensieri e-Motivi

Archives :

Agosto 2013

Chrome - Half Machine from the Sun: The Lost Chrome Tapes ’79-’80

dans la catégorie compilation

2013 (Pledge Music)

chrome-2013.jpg I Chrome, per i pochi che non lo sapessero, sono uno dei gruppi capisaldi della scena della wave di avanguardia california anni '70 e '80, lo stesso scenario che vide l'esplosione dell'immenso fenomeno Residents, insieme ai Tuxedomoon e agli MX-80 (quattro gruppi che costituivano il cosiddetto quadrato di San Francisco e facevano capo alla residentsiana Ralph Records). Non si trattava certo di fenomeni mainstream e la loro ritrosia verso il mondo delle major era più che palese; la loro musica era particolarissima e relativamente ostica ai non addetti ai lavori ed influenzò e continua ad influenzare decine e decine di gruppi internazionali. Durante la lavorazione di "Half Machine Lip Moves" e "Red Exposure" (album che, insieme al mio preferito "Alien Soundtracks" costituiscono un trittico di veri capolavori) fu incisa una cospicua serie di ulteriori brani, in origine solo messi da parte, ma in seguito letteralmente dimenticati. Adesso, per iniziativa di Helios Creed, il chitarrista che si unì alla band dopo l'abbandono di Mike Low, i nastri perduti sono stati raccolti in questa compilation di ben diciotto brani, che, almeno per il momento, pare sia stata pubblicata solo in versione digitale. Diversamente dalle tante operazioni di questo genere, che spesso nascondono delle vere e proprie speculazioni commerciali, "Half Machine from the Sun" è invece un album che si pone come una delle pubblicazioni più interessanti del 2013: esso infatti non accusa l'età del materiale e, anzi, presentando il lato più accessibile dei Chrome (leggo in giro dei paragoni con Bowie...), può benissimo servire da apripista per coloro che ancora non hanno fatto la conoscenza con questo gruppo veramente mitico.

Da non perdere

April March & Aquaserge - April March & Aquaserge

dans la catégorie album

2013 (Freaksville)

april-march-aquaserge.jpg Ancora un album inusuale: innanzitutto contiene anche brani in francese ed io non ho mai nascosto di essere un tantino misogallo per quel che riguarda la lingua; inoltre contiene a tratti una certa dose di umorismo, che è sempre difficile trovare nelle opere che mi piacciono veramente (limite mio). April March è una cantante, animatrice ed autrice pop americana, evidentemente appassionata del mondo e della cultura francese. Dietro il nome Aquaserge, invece, troviamo Julien Barbagallo dei Tame Impala, Julien Gasc degli Stereolab e Benjamin Gilbert dei Melody's Echo Chamber. Ma veniamo alla musica: è un vero tuffo nella Francia degli anni '60, con il suo pop yeye sbarazzino e cantilenante, che si alterna, però a momenti intimi e riflessivi, quasi da night. C'è una certa forza subliminale, però, in questo album, una specie di contagio che, dopo qualche ascolto, fa in modo che riprenderlo diventa quasi una necessità. Beh, un po' di allegria, ogni tanto non guasta, anche per un musone come me.

Consigliato

1939 Ensemble - Howl & Bite

dans la catégorie album

2013 (Jealous Butcher Records / Woodphone Records)

1939ensemble.jpg Ricominciamo subito con un album alquanto inusuale per il blog. Il 1939 Ensamble è gruppo di Portland, che nasce dalla spinta creativa di due batteristi/percussionisti: Jose Medeles (che a molti non sarà sconosciuto, visto che è tuttora il batterista dei Breeders) e tale David Coniglio. In questo album, però, vediamo che il duo acquista almeno una Lauren Vidal (violoncello) ed un Josh Tomas (fiati). L'album è totalmente strumentale e sembra essere molto vicino a certe tendenze impro/jam di ambito jazz. Pur rimanendo, strutturalmente, a mio vedere, un'opera che si colloca soprattutto nella cerchia post-rock, i richiami al jazz sono costanti ed evidenti; lo evocano, in modo particolare, le scelte strumentali: i fiati di Tomas, ma soprattutto i vibrafoni, che costituiscono uno dei tratti distintivi di tutto l'album e che rimandano a grandi gruppi jazz del passato (il Modern Jazz Quartet, per esempio).

Consigliato

Streaming su Paste


Pausa tecnica

dans la catégorie blog

Il blog ha avuto un piccolo stop di ordine tecnico, seguito all'ultimo aggiornamento del CMS. Adesso pare si sia risolto autonomamente. Una delle mie intenzioni è quella di abbandonare questo CMS, ma non per passare ad un altro: ve l'ho già detto che una delle mie passioni è il web-building? Diciamo che mi diletto, via! Tenterò quindi di confezionarmi un blog su misura, con cui spero anche di velocizzare le operazioni di inserimento ed aggiornamento, visto che adesso stanno andando un po' a rilento.

Intanto, sono rimasto parecchio indietro con la musica: farò necessariamente una cernita delle pubblicazioni che ho gradito in modo particolare e cercherò di essere il più sintetico possibile...